Progetto rifugiati

  • Home
  • /
  • Progetto rifugiati
IMG-20151124-WA0009

Servizi di accoglienza ed assistenza ai cittadini stranieri richiedenti protezione internazionale nel territorio della provincia di Pescara

In conformità alle direttive impartite dal Ministero dell’Interno – Dipartimento per le Libertà Civili e l’Immigrazione – con nota n. 14906 del 17.12.2014, e in convenzione con la Prefettura – UTG di Pescara, l’ASP della provincia di Pescara eroga servizi di accoglienza ed assistenza di n° 68 cittadini stranieri richiedenti protezione internazionale, nelle strutture di Città Sant’Angelo, Penne, Loreto Aprutino e Caramanico Terme.

Il servizio è erogato secondo le direttive impartite dal Ministero dell’Interno – Dipartimento per le Libertà Civili e l’Immigrazione – con circolare n. 14906 del 17.12.2014 e cioè con l’intento di adeguare, ove possibile, le prestazioni oggetto dell’accoglienza temporanea dei cittadini stranieri richiedenti protezione internazionale a quelle desumibili dai servizi e dalle linee guida dello SPRAR il quale ha come obiettivo principale la riconquista dell’autonomia individuale dei soggetti ospitati richiedenti protezione internazionale e umanitaria.

In quest’ottica diventa essenziale collocare al centro del Sistema di Protezione gli ospiti accolti, i quali non devono essere considerati dei meri beneficiari passivi di interventi predisposti in loro favore, ma protagonisti attivi del proprio percorso di accoglienza.

L’ASP, coerentemente con quanto stabilito nella convenzione sottoscritta con la Prefettura di Pescara a settembre 2014 e a luglio 2015, assicura agli ospiti stranieri i seguenti servizi obbligatori:

  • Servizi di gestione amministrativa
  • Servizi di assistenza generica alla persona
  • Servizi di pulizia e igiene ambientale

a) ricevimento degli ospiti all’arrivo sul territorio h24;
b) registrazione degli ospiti (dati anagrafici, nazionalità, entrata, data della dimissione, tempi di permanenza) comprensiva della produzione di un report giornaliero destinato alla Prefettura ed alla locale Questura da inviare tramite posta elettronica;

a) orientamento generale sulle regole comportamentali all’interno della struttura, nonché sulla relativa organizzazione e condivisione, mediante sottoscrizione, del regolamento della struttura di accoglienza;

b) assistenza, ove necessario, ai bambini ed ai neonati componenti il nucleo familiare;

c) servizio di lavanderia;

d) trasporto degli ospiti dal luogo di volta in volta indicato dalla Prefettura al momento dell’arrivo degli immigrati nella provincia di Pescara al luogo di svolgimento del servizio di accoglienza e di assistenza;

e) trasporto dei cittadini stranieri dalla struttura di accoglienza alla locale Questura e alle strutture sanitarie della AUSL di volta in volta individuate ed ogni qualvolta si rendesse necessario.

Al fine di assicurare il confort igienico ambientale della struttura di accoglienza e di garantire lo svolgimento delle attività ivi previste, sono erogati i seguenti servizi:

a) pulizia giornaliera e periodica dei locali e degli arredi;

b) disinfezione, disinfestazione, derattizzazione e deblattizzazione delle superfici;

c) raccolta e smaltimento rifiuti.