Il “Patto di Volontariato”

  • Home
  • /
  • Il “Patto di Volontariato”

Nel mese di settembre 2015 l’ASP ha sottoscritto una convenzione con i comuni di Città Sant’Angelo e Caramanico Terme e con la Prefettura di Pescara, finalizzata alla realizzazione di attività e percorsi educativi di accoglienza ed integrazione a favore dei migranti ospitati nel territorio comunale che permettano loro di conoscere il contesto sociale anche attraverso attività di volontariato a favore della collettività ospitante e che promuovano la formazione di una coscienza della partecipazione.

Dal mese di ottobre i cittadini stranieri, ospiti delle strutture di Caramanico Terme e Città Sant’Angelo, che hanno volontariamente aderito a dette attività attraverso la sottoscrizione del Patto di volontariato, stanno svolgendo lavori di pubblica utilità.

L’ASP ha inoltre aderito all’invito della Prefettura di Pescara a partecipare al Tavolo Tecnico di Lavoro “Scuola e formazione Professionale”, nell’ambito del quale, in collaborazione con l’Ufficio Scolastico di riferimento ed in particolare con i referenti dei CPIA della provincia di Pescara, sono stati attivati i corsi di alfabetizzazione linguistica.

Sulla base degli esiti della rilevazione delle competenze linguistiche possedute dai cittadini migranti ospitati dall’ASP, ad eccezione di coloro che hanno sostenuto l’audizione presso la Commissione di Ancona preposta al valutazione dell’istanza di protezione internazionale, sono stati avviati a detti corsi n° 31 stranieri.

Attualmente è in corso un’interlocuzione con diversi soggetti istituzionale al fine di attivare percorsi di formazione professionale e tirocini formativi per i migranti.

In data 26 gennaio 2016, è stato siglato il Protocollo d’Intesa tra il comune di Penne e l’ASP della provincia di Pescara per l’impiego degli ospiti immigrati nei lavori socialmente utili. La documentazione è consultabile al seguente indirizzo:

 Protocollo d’Intesa tra Comune di Penne e ASP della Provincia di Pescara